L’OLMO E L’EDERA – 7

Il giorno seguente, mattiniero come al solito, il giovine botanico si diede tutto alle sue piante, e proseguì la sua opera di giardiniere accurato fino all’ora dell’asciolvere. Dopo i fiori, stando alle consuetudini, avrebbero dovuto venire gl’insetti; ma per quel giorno gl’insetti non ebbero molestia, e i trattati di entomologia dormirono sugli scaffali. I fiori, poveretti, avevano sempre bisogno di … Continua a leggere

L’OLMO E L’EDERA – 6

Un nuovo e più vivace elemento entrava nella vita di Guido Laurenti. Era una bella e nobile vita la sua, intelligente, studiosa, operosa, e si disponeva acconciamente a diventar feconda d’intendimenti generosi. Ma il calore non c’era; non c’era quella tal cosa che fa dire col poeta latino: «_spiritus intus alit_». Egli era, se posso giovarmi del paragone, come un … Continua a leggere

L’OLMO E L’EDERA – 5

Colà dunque, sul ciglio del muraglione, dov’era anche un sedile di pietra addossato al murello, andava a sedersi Laurenti, nell’ora in cui il giardiniere di sotto girava attorno alle sue piante e le ripuliva dai pericolosi baci della rugiada, con larghi spruzzi d’acqua del suo anaffiatoio, innanzi la levata del sole. Il vedersi ogni mattina, l’uno giù e l’altro su, … Continua a leggere

L’OLMO E L’EDERA – 4

No, la donna non c’era; ma, poichè racconto ogni cosa, non posso negare che c’era stata. Laurenti aveva ventott’anni, come mi pare d’avervi detto, e se non ve l’ho detto, sappiatelo adesso; ora e’ non si giunge a quell’età senza aver sentito almeno una volta le trafitture dell’arciero bendato. Quello di Laurenti era stato uno di quegli amori poggiati sul … Continua a leggere

L’OLMO E L’EDERA – 2

Da cotesto argomentate che cosa io facessi per l’appunto in quella sera donde piglia cominciamento la mia narrazione. Senza desiderio di lei, senza invidia del marito, senza fastidio de’ cavalieri serventi, che facevano la dozzina come i segni dello Zodiaco, m’ero posto a contemplare la bellissima donna. Ella in quel momento, col gomito fermo, alzava ed abbassava in cadenza la … Continua a leggere

L’OLMO E L’EDERA – 1

Racconto una storia vera, giusta il mio costume, che dovrebb’essere di tutti coloro i quali non sono molto esercitati nell’arte del novelliere. Facile è lo inventare, e ci si mette quanto a dir male del prossimo; difficilissimo, poi, dare alle sue invenzioni la evidenza del vero, lumeggiarle con quei tocchi di pennello che le fanno balzar quasi dalla tela. I … Continua a leggere